Storia

Lumignano negli anni ’30, una bella veduta delle 2 chiese e, sulla sinistra, il campanile che è diventato il “simbolo” di Lumignano nel nostro distintivo, assieme al nostro caro cappello alpino.

LUMIGNAN30 Oggi sono passati oltre 3 decenni dal 1978, anno in cui il coro è stato fondato. Eppure ci sembrava già un bel traguardo il 15° anniversario festeggiato nel 1993, quando Dino Stella, Presidente della FENIARCO (Federazione Nazionale Italiana delle Associazioni Regionali Corali) ci porgeva le sue congratulazioni ed i suoi auguri così:
“…coro che canta la vita, l’amore, la terra, la propria storiadi ogni giorno con gli accenti del sentire popolare, con l’anima della nostra gente vicentina. Solo così si può leggere il Vostro successo raccolto in centinaia di rassegne in Italia e all’estero, in molteplici incontri in cui siete stati interpreti del nostro sentire religioso e patriottico. E infine auguri! Che ci si possa trovare anche oltre, nel duemila, (!) e cantare insieme. Lo meritate Voi e se lo merita la nostra dolce terra dei Berici.” – Dino Stella

PUBBLI15E l’augurio di Dino Stella era senz’altro sincero, visto che il traguardo del 2000 è stato ampiamente sorpassato.
Sempre nel 1993, sulla pubblicazione unica da noi realizzata per l’anniversario dei 15 anni, (copertina riprodotta a fianco), il nostro maestro Andrea Rigoni raccontava in modo simpatico la nostra storia, le nostre emozioni, lasciando intuire come sempre anche le proprie più intime, mai palesi, mai evidenti, ma sempre fortemente avvertibili da noi coristi dotati di un “buon orecchio”.
Riportiamo dunque integralmente questa “biografia” che è, e sarà sempre, la nostra carta di identità, poichè il coro, pur cambiando nel tempo diversi coristi, non ha mai cambiato la propria fisionomia:

“STORIA DEL NOSTRO CORO – Lumignano si trova ad una altitudine di appena qualche decina di metri sopra il livello del mare, ma a causa della sua collocazione al fondo di una stretta valle dei Colli Berici, giusto ai piedi di una bellissima e straordinaria fronte rupestre, già scuola di roccia di fama europea, i suoi abitanti si sentono,e forse a ragione, montanari. E come i montanari…di montagna a casa loro, si reputano anch’essi i soli custodi delle tradizioni locali ed i veri interpreti delle paesane virtù.
Quanto alle prime, mentre spicca sempre nitido il ricordo dei folcloristici successi e degli improponibili suoni della storica “Banda di legno” degli anni ’50, sopravvive ancora fra i discendenti di alcune vecchie famiglie contadine la cosuetudine alla coltivazione manuale dei gustosissimi piselli, destinati ai piatti più celebrati dell’arte culinaria vincentina; riguardo poi alle seconde, non v’è chi non riconosca a quelli di Lumignano l’atavica passione per la musica e per i canti che risuonavano nella valle fin dalle prime ore del mattino quando i contadini salivano sulle ripide terrazze del monte per la semina o la raccolta dei “bisi”.
Su questo fertile “humus” il Gruppo Alpini di Lumignano un giorno mi invitò a spargere il seme della cultura musicale corale, ed io, che gi sentivo la nostalgìa delle vecchie cante di montagna lasciate lassù dopo esser disceso al piano per motivi di lavoro, pensai di accogliere l’invito e con un gruppo di nuovi amici ospitati nell’unica saletta della Parrocchia di Lumignano, una sera ricominciai a cantare. Era il Martedì 28 Gennaio 1978 e quella sera nacque il Coro Alpino Lumignano. Da allora abbiamo continuato ad incontrarci almeno due sere per settimana, salvo che nel rituale mese di pausa estiva e nel periodo dell’inattesa malattia.
Durante questi anni hanno frequentato il coro tanti apassionati più o meno giovani, molti dei quali provenienti da altri paesi della Riviera Berica, e così il Coro Alpino Lumignano, mantenendo sempre lo spirito ed il nome di origine, è diventato il coro di tutta la zona.
Stando assieme tanto tempo abbiamo avuto modo di conoscerci e di capirci, di apperzzare le qualità vocali ed umane di ognuno e di individuarne anche i rispettivi …immancabili difetti.
Un Coro è scuola di formazione che richede al corist, oltre che un assiduo impegno di presenza e di applicazione, anche le attitudini vocali e “l’orecchio” indispensabili ad ottenere un continuo miglioramento del livello di espressione ed interpretazione musicale.
In questi quindici anni (1993) un numero non piccolo di amici coristi, per motivi diversi, hanno smesso di cantare; alcuni ci hanno lasciato per sempre, creando nell’animo di tutti un vuoto ed un dolore mai colmati. L’ingresso di ogni nuovo corista è stato sempre un avvenimento felice che ha rinnovato amicizie ed entusiasmi che hanno permesso al coro di giungere, ora, al compimento del suo quindicesimo anno (1978-1993), traguardo già di per sè assai significativo, e di guardare al futuro per continuare il proprio cammino.
A tutti i coristi ed ex coristi va il mio grazie sincero, anche a coloro che talvolta possono non aver condiviso il mio intendimento, che è stato quello di pensare sempre all’attività del coro come occasione di arricchimento culturale, individuale e sociale, basato su un rapporto di educazione ed amicizia. Un ringraziamento va a tutti coloro che, dall’esterno, hanno aiutato il coro a nascere e crescere, al Gruppo Alpini ed alla Parrocchia di Lumignano, alla Casa Buoni Fanciulli di Costozza e a quanti, famiglie dei coristi comprese, hanno in qualche modo collaborato. Ed un grazie particolare all’amico corista Mario Berno, che, con le sue composizioni musicali “ad usum” del coro, ci ha permesso di compiere una così preziosa esperienza di studio e di sviluppo corale.
Per questi motivi, immutato rimane l’intento di continuare il cammino intrapreso quindici anni fa, con la speranza e l’augurio che la buona salute, la passione per il canto e l’amicizia ci accompagnino per molto tempo ancora.

Andrea Rigoni – nel quindicesimo anniversario di fondazione del Coro – 1978 – 1993

CORO1

CORO ALPINO LUMIGNANO 2017 – Cantano:

Baldinazzo Ignazio, Barban Franco, Berno Mario, Berno Rocco, Berno Roberto,Borello Paolo, Cabrellon Gianpaolo, Cabrellon Mario, Cagnin Gianni, Capraro Antonio, Guerra Fernando, Lamesso Saverio, Maruzzo Claudio, Maruzzo Orlandino, Maruzzo Terenzio, Novello Lorenzo,  Rigoni Andrea, Rigoni Vittorio,  Sasso Angelo, Strazzacappa Giancarlo, Toffanello Mario, Trivellin Riccardo,  Beggiato Matteo, Pezzolato Odillo, Caberlon Oliviero, Gottardi Pierluigi, Battistella Cristian.

Ed ecco, finalmente, il coro fotografato in tutta la sua “genuinità” nel 1978. Molti di noi faranno fatica a riconoscersi, ma lo spirito è ancora quello.
Ancora un po’ di foto “stagionate” per ricordare la strada percorsa:

DEUTSCH DACHAU
VICENZA PASUBIO

Sopra, in Germania, al tempio di Dachau, a Vicenza e sul Monte Pasubio.

Sotto, alla rassegna dei cori A.N.A. a Bergamo ed a Lumignano nel 1993

RASSEGNA ANA BG 15ANNI

Sotto a sinistra: commemorazione presso il Sacello Ossario del Monte Pasubio

Sotto a destra: Palazzo del ghiaccio di Asiago, in occasione dell’Adunata Nazionale.

Ossario ASIAGO Palaghiaccio

 

Sotto: Giugno 2010, Marcinelle – Belgio – Visita del parco della Miniera del Bois du Cazier.
Concerto a Marcinelle per la popolazione di origine Italiana, ex minatori e loro discendenti.

Marcinelle 2 Marcinelle

 

Questo breve feed-back non vuole, né d’altronde potrebbe, raccontare la storia del nostro coro. Troppe le immagini, e troppi gli aneddoti, che dovrebbero essere raccolti in un libretto di considerevole “spessore” per poter essere ricordati tutti. Ci è piciuta però l’idea di guardare indietro alle”tappe” precedenti, per renderci conto di quanto, o quanto poco, siamo cambiati. Qualche nuova voce nel frattempo si è unita al nostro gruppo, qualche altra purtroppo è “andata avanti”. A questi ultimi, và il nostro più caro ricordo.